Qual è la frase più importante in una relazione manager/dipendente?

Mi fido di te.

Una ferma dose di fiducia è fondamentale per qualsiasi rapporto sano e produttivo.

La fiducia rappresenta solide fondamenta per squadre, matrimoni, amicizie e…. per il rapporto tra un manager e i suoi collaboratori.

Senza fiducia, ogni attività di management è svuotata di significato, la produttività ne risente e si rischia di perdere i collaboratori di maggior valore.

E’ ambizione di ogni leader sapersi considerato affidabile dai suoi collaboratori.

Scoprire invece che in realtà i dipendenti non si fidino del capo o ne mettano in discussione l’integrità dei valori può essere fortemente destabilizzante e difficile da accettare.

Se sei un manager che vuole costruire rapporti di fiducia con i collaboratori oppure hai ottenuto feedback negativi sulla fiducia o anche solo sospetti che le tue persone non si fidino di te, qui di seguito trovi 12 punti indispensabili per ricostruire una base di fiducia.

1. Evita di non mantenere le promesse.

Un Manager diligente fa promesse con buone intenzioni.

Tuttavia, se per qualche motivo non riesce a mantenerle rischia di essere percepito come inaffidabile.

2. Mantieni le confidenze. Essere visto come qualcuno che non sa tenere un segreto è un’altra importante causa di sfiducia.

Come manager, non promettere riservatezza se non sei sicuro di poterla rispettare.

3. Ammetti i tuoi errori. Ammettere i propri errori o debolezze mostra maturità, umiltà e responsabilità.

Non cercare mai qualcun altro da incolpare per scaricare la causa dei tuoi errori.

4. Ottieni feedback. Ok, sicuramente la consapevolezza che i dipendenti non si fidino di te è una pillola difficile da ingoiare ma è anche il primo passo per recuperare fiducia.

La perdita di fiducia può significare tante cose, quindi ottenere un feedback specifico, chiedere spiegazioni è un modo certo per diagnosticare il problema e prendere le giuste azioni correttive.

5. Riconoscere il valore dei contributi altrui.

Difendi e promuovi le idee della tua squadra. Mai passare per quello che “ruba” un’idea innovativa ad un collaboratore, sarebbe devastante per il rapporto di fiducia!

6. Non fare nulla che “faccia notizia”. La misura di un leader è definita dalle decisioni prese senza dar troppo nell’occhio.

7. Non ti abbassare ai pettegolezzi. Non parlar mai di qualcuno alle sue spalle, a meno che non si tratti di qualcosa di “positivo”.

Ogni volta che parli alle spalle di qualcuno ognuno dei tuoi collaboratori sospetterà che tu lo faccia anche di lui.

Al contrario se ti lasci andare a commenti positivi, ognuno si aspetterà che parli bene di lui anche quando non è presente.

8. Condividi informazioni. Un grande errore del leader è tenere il team all’oscuro di dove si stia andando o di quali siano i programmi e/o gli obiettivi.

In assenza di chiare informazioni, ognuno trarrà le proprie conclusioni, disegnando una propria visione delle cose.

Far congetture mette sicuramente a rischio la fiducia.

Fornisci al team aggiornamenti costanti e spiega le ragioni delle tue decisioni.

9. Conosci le persone, sviluppa relazioni.

Dedica il giusto tempo per conoscere le persone e per farti conoscere; condividendo informazioni su di te le persone saranno meno propense a mettere in discussione le tue intenzioni.

10. Comunica i tuoi valori. I grandi leader sono cristallini sui propri valori e li utilizzano come guida dei loro comportamenti e decisioni.

Con il proprio comportamento i manager devono comunicare un insieme chiaro e coerente di valori o principi guida.

11. Sii diretto e spontaneo. Quando ricevi domande, dai sempre un risposta diretta.

Non ti arrampicare sugli specchi. Se non hai la risposta, non fingere.

12. Fiducia porta fiducia. I tuoi dipendenti saranno più disposti a fidarsi di te, se sanno che sono ti fidi di loro.

Rimane solo da ricordare che troppo spesso la figura del manager non coincida con quella del Leader.

Per conoscere quali siano le caratteristiche indispensabili per essere un leader, vi consigliamo la lettura dell’articolo “Le 10 qualità del leader“.

Se hai bisogno di supporto richiedi la consulenza gratuita.

Photo by Markus Spiske on Unsplash

 

 

Armando Cignitti

Armando Cignitti

Consulente e Autore, da 22 anni aiuto Imprenditori e Professionisti ad incrementare il valore della propria attività sul mercato, attraverso un metodo di gestione e soluzioni per uno sviluppo aziendale stabile e sostenibile. Ho fondato Improvia per realizzare la "casa del miglioramento continuo" per tutti gli imprenditori, i loro collaboratori e i professionisti che vogliono migliorare le proprie abilità, porsi nuovi obiettivi, ottenere risultati misurabili e duraturi di crescita personale, aziendale ed economica.

Leave a Reply

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: